7 novembre 2017 Canale 5. Il BDSM e i sex toys rappresentati nella trilogia di 50 sfumature…

da | 25 Ott 2017 | Sex Toys

Ieri sera, martedì 24 ottobre era previsto in prima visione su canale 5 il secondo capitolo della trilogia di 50 sfumature, precisamente in molti aspettavano di vedere 50 sfumature di Nero. Ma è stato posticipato per la seconda volta, a sorpresa, al 7 novembre prossimo! Gli amanti del genere dovranno aspettare ancora due settimane per vederlo in chiaro sulla rete ammiraglia mediaset, al suo posto è stato mandato in onda il primo capitolo, che ci fornisce a distanza di tempo, alcuni spunti utili di riflessione, sia sul film in sé e sia proprio sul mondo BDSM, sex toys compresi.
E’ indubbio che 50 Sfumature di Grigio, Nero e Rosso, siano un vero e proprio successo editoriale e mediatico del nostro tempo. Mentre si aspetta l’uscita dell’ultimo capitolo della trilogia per San Valentino a febbraio 2018, tutti i fan della serie armeggiano con la cultura BDSM e con i sex toys dedicati , per fare proprie le esperienze di Anastasia e Christian. Ma è proprio da questa dinamica di coppia che in rete nascono alcuni dubbi e incomprensioni, partendo dalle corrette manovre di alcune tecniche del mondo BDSM e del bondage che nella trasposizione cinematografica non sarebbero state fatte a dovere.

Satisfyer 1 Next Generetion

Il Satisfyer 1 Next Generation è un elegante stimolatore che massaggerà il tuo clitoride con la tecnologia a pressione d’aria. Ideale per i viaggiatori, grazie alle sue forme compatte, rotonde e sottili.

Alcuni ritengono che il film e il libro siano poco credibili per diverse motivazioni, la più importante per i detrattori è quella che considera molto difficile che una novellina totalmente a digiuno del mondo BDSM diventi una slave sotto contratto a tempo pieno, riuscendo a far breccia in pochissimo tempo nell’algido cuore dell’esperto dominatore. Alla base della cultura BDSM infatti esistono regole ferree basate sulla consensualità, con addirittura parole di sicurezza, che i più disconoscono al film/libro, definendolo addirittura pericoloso per quanti volessero avvicinarcisi con questa idea in testa. E qui invece arriviamo proprio al nodo della questione… attenzione, rullo di tamburi…(puntini di sospensione)… ebbene il centro del film non è il ruolo di “dominatore” di Christian, ma bensì il ruolo di “salvatrice” di Anastasia. C’è più di una scena in cui la rigida formazione BDSM del miliardario Grey vacilla, andando a scontrarsi con le emozioni che gli fa provare Anastasia. Il quadro del personaggio Grey ruota intorno anche al suo ruolo all’interno ad esempio della famiglia d’origine, e la madre spesso osserva Anastasia e il suo comportamento col figlio pensando: “bene forse questa è quella giusta”… La trilogia quindi rimane una storia d’amore a tutti gli effetti che ruota attorno al mondo BDSM, e che non lo rappresenta per intero, lo lascia intendere nelle esperienze passate di Grey, che con Anastasia sembra non riuscire più a concretizzare, perché ormai nella sua storia personale, forse, non gli appartengono più. Sembra proprio che Grey abbia fatto proprio il messaggio di Bukowski: “ find what you love and let it kill you”, dedicando la seconda parte soprattutto alla sua dark side BDSM.

SHARE WITH HEART