Fantasie Hot di una Ragioniera…

da | Storie di Sesso

Siete pronti per leggere la prima storia erotica del 2018 di “Mistersex Ti Racconta?” Ce la riporta via e-mail Sandra, una giovane donna siciliana, romana di adozione che vive al prenestino e che si è trovata a vivere un’esperienza ad alto tasso erotico e dai risvolti imprevisti… Il fatto risale a poco piĂą di due settimane fa, inizio gennaio. Sandra è impiegata come segretaria-contabile in una azienda dell’hinterland romano, che fabbrica infissi, e come ogni inizio anno, data la sua vita fin troppo sedentaria tutta casa e lavoro, si è ritrovata a meditare sulla condizione insoddisfacente della sua forma fisica, imponendosi come buono proposito per l’anno appena cominciato, di iniziare a fare attivitĂ  fisica per migliorare il tono muscolare “morbido” che madre natura le ha “generosamente” regalato ma lo vorrebbe fare anche per una questione di salute. Sandra del resto ha sempre creduto al motto mens sana in corpore sano e mai come adesso era piĂą che decisa a farlo suo. Ha così deciso di accettare il consiglio di Katiuscia, sua amica e collega nell’azienda, di chiamare Gianni, un personal trainer da lei definito insistentemente come: “un tipo garbato, professionale e molto, ma molto attivo. Vedrai non te ne pentirai…”. Lì per lì Sandra non ha fatto caso alle parole della sua amica e collega, ma poi successivamente, ripensandoci, comprese che non erano state dette a caso. Gianni era uno di quei personal trainer che segue i propri clienti ovunque loro desiderino, quindi non solo in palestra ma anche al parco, in privato o comodamente a casa. Dato che uno dei motivi per cui Sandra non è mai riuscita a fare attivitĂ  fisica è sempre stato quello di non trovare il tempo di andare in palestra , senza pensarci su due volte, ha chiamato Gianni ed ha fissato subito un appuntamento. L’indomani, dopo una giornata di lavoro intensa ma non particolarmente stancante, Gianni ha suonato alla porta dell’appartamento di Sandra al prenestino dove lei conduceva spensieratamente un vita da single, in compagnia di due gatti sornioni che per molto tempo (forse troppo) sono stati il suo massimo punto di riferimento in fatto di attivitĂ  fisica: mangiare e divanare. Quando Sandra andò ad aprire la porta non riusciva a credere ai suoi occhi: si stagliò all’orizzonte del suo pianerottolo una figura imponente, un metro e 90 centimetri di muscoli e bellezza, si trovò davanti un adone, completamente calvo, pizzetto e con due occhi azzurri penetranti. In quel momento Sandra si sentì in imbarazzo, forse non sapeva cosa aspettarsi o forse si era fatta un’idea diversa dai racconti di Katiuscia, fatto sta che Gianni, col suo modo amabile ruppe subito il ghiaccio con un “Ciao, finalmente ci conosciamo sei pronta per iniziare?” accompagnando il tutto con un sorriso a 32 carati. Sandra si sentì sedotta da subito da quel fascino sportivo e deciso. Lo fece accomodare e lo portò nella sala, davanti al divano, dove aveva srotolato il materassino da yoga, come richiesto al telefono da Gianni. Saltati i convenevoli si ritrovarono subito a fare alcuni esercizi sul tappetino. Gianni le spiegava in maniera calma e sicura con una voce ferma e molto sexy i movimenti e Sandra da brava scolaretta eseguiva senza battere ciglio, ma con un segreto fremito inguinale. I loro corpi erano talmente vicini da sentirsi reciprocamente il battito dei cuori. Sandra era stordita da tanta familiarità…lo conosceva da meno di un’ora e praticamente erano giĂ  intimi, sentiva il suo calore vicino e con la mente cominciò a fare pensieri sessualmente espliciti…

Satisfayer 1 Next Generation

Il Satisfyer 1 Next Generation è un elegante stimolatore che massaggerĂ  il tuo clitoride con la tecnologia a pressione d’aria. Ideale per i viaggiatori, grazie alle sue forme compatte, rotonde e sottili.

Ad un certo punto Gianni le chiese di fare un esercizio specifico, in particolare le chiese di eseguire uno squat, ma Sandra non riusciva proprio a capire la giusta postura dell’esercizio, fu allora che si sentì come un turbamento dentro che la scosse tutta. I suoi leggings attillati le fecero sentire ogni singolo muscolo del corpo di Gianni che le si pose dietro per tenerle il bacino e farlo scendere fino al punto di resistenza muscolare richiesto. Le mani energiche di Gianni si imposero sui suoi fianchi, mentre il suo pacco le si accostò proprio sul culo e tra le chiappe semi aperte per via dell’esercizio, facendole vibrare di piacere le sue piĂą profonde voglie sessuali. Gianni dal canto suo si accorse del desiderio inespresso e delle intenzioni di Sandra e approfittò della situazione spostando la sua mano sinistra sulla coscia interna di Sandra, sfiorandole con il pollice il clitoride. Sandra rimase estasiata da tanta audacia e si abbandonò tra le braccia di Gianni, ormai completamente conquistata da questa insperata avances, baciandolo appassionatamente. I loro corpi si strinsero in un abbraccio stretto e con le mani agitate ed avide di toccare ogni singolo centimetro del corpo. Avvinghiati in un bacio infinito si alzarono dal tappetino, spogliandosi con frenesia, rimanendo nudi e gettandosi sul divano. Sandra sentiva ogni singolo poro del corpo trasudare piacere, il pisello di Gianni era completamente glabro, duro e lucido, era il cazzo piĂą grosso e bello che avesse mai visto. Lui era seduto sul divano e lei le stava sopra, spinse la sua fica umida e carnosa sopra la cappella cercando di metterlo dentro in un sol colpo in uno splendido smorza candela. La penetrazione le tolse il fiato, era qualcosa di mai provato prima, si sentiva conquistata da una forza straniera e benigna. Lui comodamente seduto, dal canto suo, era impegnato a ciucciarle i capezzoli, infilandole un dito nel culo e solleticando con l’altra mano, da davanti, il clitoride. Sandra era in estasi, si fissavano negli occhi in segno di sfida e reciproca conquista. Andarono avanti per piĂą di mezz’ora, lui era instancabile e Sandra insaziabile. Provarono altre due posizioni, prima sdraiati sul divano alla missionaria e poi lei a pecora, ma sul piĂą bello lui le sussurrò all’orecchio di prenderlo in bocca e lei da brava scolaretta obbedì e se lo ingoiò tutto, ma proprio tutto, trasognante di soddisfazione. Dopo quella “lezione”, ci dice Sandra nella mail, con Gianni hanno scelto e fissato un giorno preciso in mezzo alla settimana (solitamente il giovedì) per fare attivitĂ  fisica, ma hanno anche deciso di vedersi nei week end per uscire insieme e fare qualche ripetizione…

A cura della Redazione di MisterSex.it.
Ogni racconto qui presente è di proprietà dell’Autore e di MisterSex.
Ogni Riferimento a fatti, cose o persone è puramente casuale.
Vietata la Riproduzione non autorizzata.

SHARE WITH HEART