Il Desiderio in Rosa

da | Amore e Consigli

Il desiderio femminile va coccolato ogni giorno, annaffiato come una piantina per farlo crescere bene e in salute. Parte tutto dalla testa, è il cervello che fa la differenza, gli elementi che vanno ad aumentare il desiderio oppure ad inibirlo sono sia psicologici che fisici (…) per questo è fondamentale riconsiderare il proprio stile di vita. Vediamo di fare chiarezza ed identificare alcuni punti fermi per capire bene su cosa e dove agire per migliorare la qualità della propria vita sessuale. L’appetito vien mangiando? Ebbene si, anche nel sesso! Non sono solo gli ormoni femminili (gli estrogeni) a fare la differenza, si deve tener conto di tutto ciò che ruota attorno, sia in maniera diretta come le fantasie hot, ma anche più indirettamente la cultura tout court e l’educazione ricevuta. Fondamentale capire la funzionalità della componente biologica. Per comprenderla appieno è bene fare due confronti col sesso forte: a differenza degli uomini il desiderio sessuale non si manifesta nella pubertà, rimanendo vigile fino all’andropausa; nella donna è legato all’esperienza, cresce negli anni e intorno ai 35 anni raggiunge il picco, in concomitanza con la piena consapevolezza del proprio corpo. Da qui si potrebbe dire che il desiderio in rosa non corrisponde ad una vera e propria pulsione (come spesso negli uomini) ma ricorda invece più una sorta di fonte sorgiva che scorre e aumenta di intensità col tempo. Altra sostanziale differenza con l’uomo è il fatto che al mattino il suo vigore è massimo proprio in coincidenza dell’apice di testosterone, mentre nella donna è la sera il top del desiderio, dopo una giornata ad aumentare e ad accrescere la propria fantasia.

Satisfayer 1 Next Generation

Il Satisfyer 1 Next Generation è un elegante stimolatore che massaggerà il tuo clitoride con la tecnologia a pressione d’aria. Ideale per i viaggiatori, grazie alle sue forme compatte, rotonde e sottili.

Se vi piace il sesso e farlo spesso è bene capire un concetto basilare, il desiderio in rosa può nascondere anche delle derive che vanno assolutamente autocertificate, e per parlo basta rispondere semplicemente alla domanda: Non sarò mica una ninfomane? Prima di rivolgersi a costosi specialisti in voga, basta vedere se la risposta che date alla domanda è giusta… Sono appagata dalla mia vita sessuale? Fare l’amore è anche un atto di generosità, quando il piacere egoistico e personale prevarica allora c’è qualcosa che non va… Detto ciò, il desiderio in rosa ben arzillo aggiunto alla voglia di fare l’amore, sono cose buone e giuste, sacrosante e sane! Quindi bando ai sensi di colpa e benvenuta felicità di vivere finalmente il proprio corpo e quello che regala, glorificando la vita con l’autoerotismo (sia da single che in piccanti giochi di coppia) col sexting, con i fantastici sex toys (da sole, in coppia, da regalare al proprio uomo), sperimentare luoghi e pratiche proibiti, sesso anale, Kamasutra e Tantra, finanche allo scambismo e alle orge. Tutto è ammesso, unico accorgimento vivere la propria sessualità con responsabilità, reciprocità e senza obblighi e repressioni perché il segreto di avere un desiderio in rosa sano è viverselo, nutrendolo con generosità giorno per giorno.

SHARE WITH HEART