Ritrovamento eccezionale di scene-oscene nei bagni di epoca romana

da | Eros & Arte

Oopss, sbaglio o sono oscene? E’ quello che hanno pensato gli archeologi che dopo giorni di scavi, si sono trovati davanti un reperto di eccezionale valore nel sito archeologico turco di Antiochia e Cragum, in quella che oggi è chiamata Antalya. Sono stati rinvenuti dei reperti archeologici di impareggiabile importanza storica “a luci rosse”, sono di epoca romana con delle raffigurazioni oscene ed ironiche. Per la precisione riguardano delle scene inequivocabili rinvenute su dei mosaici appartenenti ad un area adibita dagli antichi romani a latrina. I mosaici nello specifico sono delle vere e proprie  barzellette oscene, esplicite, sporche, che fanno apparire quell’epoca più vicina di quanto si possa pensare alla nostra, così contraddistinta da scritte di ogni genere che si trovano nei diversi bagni pubblici, a quanto pare più universali di quanto ci si potesse aspettare.

I mosaici risalgono a 1800 anni fa e raccontano, storpiandolo, il mito di Narciso e Ganimede, nell’atto di ammirarsi i propri organi riproduttivi  e con aironi intenti a ripulirli con un lunghissimo e buffo becco, che per l’ironia del tempo si immagina debba essere stato particolarmente divertente e dissacrante

Womanizer 2GO

Womanizer 2GO dona una calda soddisfazione che entra anche nella borsetta! Il nuovo Womanizer 2GO sembra un bel rossetto, è ancora più piccolo e ancora più facile da usare rispetto ai modelli precedenti, ed è quindi perfetto da portare sempre con te

Al momento la latrina è coperta e sotto attenta osservazione degli archeologi,  non ancora aperta al pubblico, si stanno ultimando le ricerche e la messa in sicurezza, ma per l’estate dovrebbe essere visitabile, un vero tesoro, unico nel suo genere, un bagno pubblico di cui non si hanno molti altre segnalazioni al mondo,  che riporta la straordinaria pregevolezza di un mosaico così autentico.

SHARE WITH HEART