Sesso anale: istruzioni per l’uso

da | Sex ED

Il sesso è una cosa sporca? Certo, ma solo se fatto bene! Affermava Woody Allen. Questa sembra la domanda su cui ci si deve concentrare, soprattutto quando si parla di sesso anale! E’ sempre più assodato ormai che nella ricerca del piacere, l’uomo e la donna, riescono a costruirsi percorsi di raggiungimento non solo tradizionale ma anche nuovi e molteplici, percorsi che riescono a farli entrare ancora di più in armonia ed intimità col proprio corpo e con quello del partner. L’ano è colmo di terminazioni nervose che fanno provare sensazioni molto piacevoli. Nell’uomo poi, all’interno dell’ano si trova la prostata, zona erogena per eccellenza, il corrispettivo del punto-g nelle donne. L’orgasmo anale, diviene così la nuova frontiera, l’eldorado della stimolazione, raggiungibile sia in completa solitudine, grazie anche a plug anali, falli o vibratori ma anche e soprattutto in compagnia del partner. Questa sintetica guida di mistersex.it scandaglierà per voi questo argomento “cult” del sesso, ormai completamente sdoganato, un piacere unico sia per la donna che per l’uomo, per cercare di rispondere alle domande più comuni e piccanti sull’argomento, dando suggerimenti e raccontando piccoli segreti per avere un’esperienza sessuale “anale” piena e più che soddisfacente.

Prepararsi al sesso anale

Il sesso anale è una pratica sessuale molto più comune di quanto si immagini; tuttavia, viene spesso associata, a causa dei pregiudizi e dei falsi miti (dichiaratamente di stampo moralistico-religiosa) a qualcosa di vietato, innaturale, proibito. Per cominciare è bene comprendere che la penetrazione anale richiede maggiori attenzioni, tempo e concentrazione rispetto alla vaginale, e va affrontata in completa apertura mentale, senza timori di sorta o inibizioni. Chi prova per la prima volta il sesso anale, soprattutto come passivo (bottom), colui/colei che prende e accoglie, potrebbe avere un po’ di nervosismo all’inizio, e forse anche un po’ di timore, ma fondamentale è prendersi il proprio tempo! Infatti se c’è un primissimo segreto per fare bene il sesso anale è questo: la fretta è cattiva consigliera e soprattutto i principianti non devono correre. Una preparazione adeguata è d’obbligo, chi ha il ruolo da passivo dovrebbe godere ampiamente dei preliminari, in completo relax.  Interessante potrebbe anche essere aiutarsi ad entrare nella parte, con oggetti e abiti BDSM  specifici per il ruolo da bottom. E non va dimenticato che l’ano è un muscolo e come tale va esercitato, col tempo e con la pratica, le cose miglioreranno sempre di più. Un punto importante per praticare dell’ottimo sesso anale è iniziare dall’igiene. Infatti come per la penetrazione vaginale, anche per quella anale è di fondamentale importanza, per evitare infezioni varie e quindi spiacevoli e scomode esperienze, seguire delle buone pratiche di igiene prima, durante e dopo il sesso, come ad esempio il semplice uso di docce anali o clisteri, potrà prepararti ad entrare in questo mondo fatto di sensazioni uniche. E comunque, per ovviare a qualsiasi problematica del genere, è sempre consigliato l’uso del preservativo.

 L’orgasmo anale

Per raggiungere l’orgasmo anale, la prima cosa da fare è mettere da parte il nervosismo. Il sesso anale è qualcosa di straordinario, capace di far provare molto piacere, ma va affrontato con estrema naturalezza, poiché la tensione potrebbe inibire la sensibilità e la naturale propensione all’abbandono dei sensi, impedendo di fatto questa stupenda esperienza. Non c’è da aver timore, serve massimo relax e a tal scopo potrebbe essere comodo utilizzare dei coadiuvanti anali che rilassano la zona e possono quindi allontanare tutte le possibili paure. Un altro segreto per raggiungere l’orgasmo anale è comprendere fin da subito che i muscoli della zona vanno rilassati al massimo, con attenzioni manuali pre-stretching e creando la giusta atmosfera. Come per la vagina, che senza stimolazione non permette di raggiungere l’apice del piacere, allo stesso modo è necessario stimolare l’ano con molta dedizione prima di ogni penetrazione. E’ bene agevolare il rilassamento dell’ano, con molta calma cercare di dilatarlo lentamente, con le dita oppure avvalendosi anche di sex toys anali. Per le donne può essere un’esperienza indimenticabile riuscire a provare la masturbazione simultanea, ossia la stimolazione dell’ano e del clitoride insieme, due zone del corpo ricche di terminazioni nervose, molto sensibili ed eccitanti. Di fondamentale importanza è la lubrificazione, infatti a differenza della vagina, l’ano non si lubrifica da solo, quindi per il sesso anale è basilare utilizzare un lubrificante a base acquosa, compatibile con i profilattici, oppure un lubrificante a base oleosa o siliconica, di più lunga durata ma facendo attenzione per la compatibilità con il latex, nel caso  si volesse usare il profilattico. Il lubrificante è indispensabile nel sesso anale e garantisce una penetrazione delicata e piacevole per entrambi i partner. Lubrificare per bene l’entrata è d’obbligo, facendo attenzione a procedere con calma, entrando lentamente. Le contrazioni e la resistenza iniziale, percepita come dolore, vi lascerà presto rapiti nel piacere dei sensi, senza via di scampo. Per quanto riguarda le posizioni migliori per il sesso anale, c’è solo l’imbarazzo della scelta, distesa sulla pancia, sul lato, missionaria, etc… Sicuramente è bene iniziare stesa su un fianco, in quanto i muscoli anali si trovano nella massima rilassatezza, che da un punto di vista anatomico è in genere quella meno dolorosa, aiutandoti con una stimolazione del clitoride o del pene (nel caso di penetrazione maschile). Una volta preparato il tutto per bene, ci si può abbandonare alla massima goduria del piacere della penetrazione anale, importante però penetrare poco alla volta, infatti l’ano si espande poco a poco, e così facendo si dà vita ad un crescendo di emozioni e di piacere capaci di trasportare verso un orgasmo anale senza pari.

 

Satisfayer MEN

Il SATISFYER MEN, firmato Rocco Siffredi è un meraviglioso masturbatore di ultima generazione, dedicato al pubblico maschile, che seduce con il suo design ultra-sportivo in silicone di qualità. Rilassatevi con il Satisfyer Men, perché adesso è tutto nelle vostre mani.

Conclusioni

In conclusione, è bene ricordare che il sesso anale, per quanto piacevole, al pari delle altre pratiche sessuali, può, se non fatto con i dovuti accorgimenti, comportare dei rischi anche per la salute, e quindi è bene tenerne conto. Ad esempio la mucosa anale è più sottile della vaginale ed è anche naturalmente più sporca. Questo può comportare due ordini di problematiche e di rischi direttamente correlati tra loro e abbastanza comuni tra chi pratica sesso anale senza rispettare i suggerimenti precedentemente esposti nella guida. Questi possono essere possibili lacerazioni con eventuali perdite di sangue con conseguenti infezioni e possibili trasmissioni di malattie sessualmente trasmissibili, anche serie. Oppure, le classiche infezioni intime derivanti dal passaggio della penetrazione anale a quella vaginale, senza i dovuti accorgimenti igienici, come le docce anali. Infatti si rischia di trasferire particelle di escrementi dall’ano alla vagina, con facilità, con relative complicazioni. Buona pratica utilizzare un preservativo e ricordarsi di cambiarlo nel passaggio dall’ano alla vagina, tra una penetrazione e l’altra, oppure nel caso in cui si decidesse di farlo senza protezione, sarebbe perfetto concludere la performance con il sesso anale, in modo da evitare infezioni. Detto ciò, ribadiamo che il sesso anale è una cosa sporca…ma solo se fatto bene! Buon sesso anale a tutti con mistersex.it.

SHARE WITH HEART