A pochi passi dal confine italiano, si trovano centri benessere dove sexy ragazze offrono i loro servizi in maniera del tutto legale. Con poche ore di viaggio e un costo di circa 100 Euro puoi entrare nel centro, gli extra dipendono da te…

Un weekend all’insegna della buona compagnia e di un piacevole benessere, questo è quello che si trova poco oltre il confine italiano, in particolare in Austria. Senza la paura di essere controllati dalla polizia o, forse peggio, dagli occhi di alcuni conoscenti, questi locali sono mete molto gettonate dagli abitanti del nord-est. In Austria, la legalizzazione della prostituzione in luoghi chiusi ha permesso la costituzione di centri per l’intrattenimento degli adulti che possono trovare la compagnia soprattutto di ragazze dell’Est, in particolare ungheresi e romene.

In partenza dalla staSexy-Beer-Girl-Costumezione di Mestre i pullman portano i viaggiatori solitari verso le alcove oltre confine in circa 3 ore. I pullman fanno sempre la spola tra la cittadina veneta e Vellach, ma i collegamenti più frequentati sono quelli del weekend. Queste carovane dell’amore partono, il venerdì e tornano il sabato per garantire una notte di rilassamento ai viaggiatori vogliosi.. Testimone di una certa affezione dei clienti italiani è il nome del centro-club: Andiamo.
Il centro benessere propone ai propri clienti di entrare a 100 €, con extra a richiesta di 70 € ogni mezz’ora. I clienti italiani sono comunque tanti, al punto che alcuni imprenditori svizzeri e tedeschi stanno pensando di investire in un nuovo centro benessere, poco al di fuori del nostro confine in un piccolo paese. Quindi il viaggio dei nostri concittadini hot sarà ancora più breve. Il nome scelto è benaugurante: “Wellcum”. Ci lavoreranno circa 100 ragazze dell’Est che pagheranno le tasse al piccolo paese vicino a cui sorgerà e che molti sperano porterà del turismo anche alla vicina Tarvisio.

Lo sviluppo e il successo di questi centri oltre confine è stata portata dalla concorrenza inesistente in Italia, visto i continui sequestri di locali lap dance in cui hanno scovato qualche sfruttatore e la scarsa qualità delle case appuntamenti cinesi.
Il mercato dell’eros è tutto da scoprire e da sviluppare, chissà se la crisi in Italia non porti a una nuova legge sullo sfruttamento della prostituzione che porti alla regolamentazione e soprattutto al pagamento delle tasse da parte delle nuove lavoratrici che agiscano senza sfruttatori e in piena libertà di scelta…staremo a vedere.

Stay tuned, stay sexy!