Intervista ai proprietari del Flirt Club di Roma, il locale per coppie scambiste più famoso in Italia e all’Estero. Scambi, passione ed eleganza alle porte di Roma. Scopri le regole dello scambismo e di questi locali misteriosi ai più.

Genni e Alice rispondono alle domande di MisterSex sullo scambismo, sui locali per gli scambisti e sulle relative regole o usanze, nonché loro esperienze….Il loro locale, il Flirt Club, poco fuori Roma sul lago di Bracciano, è l’unico in Italia per sole coppie selezionate accuratamente tramite mail a info@flirtclub.it e  via telefono, sms o WhatsUp al +39 333 8025966. 

POTETE SPIEGARE AI NOSTRI LETTORI COS’È ESATTAMENTE LO SCAMBISMO?

Lo scambismo nasce come fenomeno negli anni ’60 in America e da lì, poi è giunto successivamente in Europa.
Possiamo parlare di scambismo o “swinging” quando una o più coppie che preferirei definire “libertine” piuttosto che “scambiste” (il termine scambista potrebbe essere fuorviante), decidono, consensualmente, di condividere un’esperienza intima, facendo sesso in presenza o con altre coppie.

Lo scambismo può avere diversi livelli e può essere:

  • “soft”: quando non si hanno rapporti penetrativi con le altre coppie, ma solo baci, giochi orali, petting, etc;
  • “esibizionista”: quando si ha piacere ad avere rapporti sessuali o scambiarsi effusioni in presenza di altre persone, che non partecipano attivamente all’atto;
    “voyeurista”: se uno dei due partner prova piacere a guardare il proprio partner mentre ha rapporti con altre persone;
  • “completo”: quando uno dei due partner o entrambi, hanno rapporti sessuali penetrativi con i partner dell’altra o delle altre coppie;
  • sesso di gruppo: quando 3 o più coppie hanno rapporti sessuali multipli interagendo tra di loro.

LE REGOLE DELLO SCAMBISMO O LE USANZE?

non ci sono delle vere e proprie regole scritte nello scambismo. Ma ci sono di sicuro varie regole tacite che vanno rispettate o che dovrebbero esserlo, da tutti coloro che praticano lo scambio di coppia.

Due tra tutte sono:

  • che il “gioco” (così è chiamato dalle coppie libertine) avvenga tra persone consenzienti e che non vi siano forzature o pressioni: ognuno è libero di seguire i propri desideri, secondo i propri tempi e modalità, e non per fare un piacere agli altri, che siano questi il proprio partner o le altre persone con cui si interagisce;
  • altra non meno importante è che: anche se può capitare che all’interno della coppia i 2 partner abbiano un diverso grado di apertura e disponibilità sessuale, per rispetto del proprio compagno/a e delle persone con cui ci si relaziona, non si dovrebbero proporre al partner dell’altra coppia, pratiche ed attività sessuali che eccedano i limiti di quelle praticate dal proprio compagno/a.

Per chiarire meglio: se la propria compagna si limita solo a pratiche soft, non è corretto (a meno che questo non sia accettato chiaramente dall’altra coppia) che venga proposto un rapporto penetrativo al partner dell’altra coppia.

SECONDO VOI, COSA SPINGE UNA COPPIA A PRATICARE LO SCAMBISMO?

Uno dei motivi principali è il desiderio per una coppia molto complice anche nell’intimità, di provare nuove emozioni e di mettere in atto quelle fantasie che tanti hanno – davvero molti di più di quello che si creda – e che pochi confessano. Raramente si tratta di coppie arrivate al capolinea o coppie annoiate, anzi: lo scambismo per queste si rivela spesso fatale perchè non hanno la complicità giusta per condividere queste esperienze. Una riprova di questo è che sono tantissime le coppie giovani o con una relazione “fresca” che si avvicinano alle pratiche libertine.

A differenza di quanto si può pensare, da un’importante ricerca effettuata, condotta nel 2012 dal Prof. F. Quattrini, presidente dall’Istituto Italiano di Sessuologia Scientifica, e dal dott. D. Mollaioli, con la collaborazione del Flirt club, su un ampio campione di coppie, è emerso che le coppie Libertine hanno un grado di unione e complicità molto elevato e lo “scambio” non è visto dalle coppie come un sostituto della relazione esclusiva coniugale, né viene considerato come una modalità elitaria nella risoluzione di conflitti di coppia preesistenti: viene bensì avvertito come un ampliamento della relazione sessuale, e più in generale dell’alleanza coniugale.

La pratica scambista implica nella coppia una trasformazione che coinvolge entrambi i partner in un processo di profonda coesione e condivisione dei significati di tale attività, cementando di fatto la relazione.

Spesso la proposta di allargare la propria sessualità ad altre coppie, parte dall’uomo, ma la donna ha un ruolo fondamentale nel processo decisionale, soprattutto nella costruzione e condivisione delle regole, essenziali in questo tipo di attività.

Infatti una non piena condivisione di queste ed una mancata elaborazione dei vissuti negativi di uno dei due partner può inficiare il clima di apertura, nonché condivisione delle attività extraconiugali, determinando alti livelli di gelosia, pari a quelli delle coppie “tradizionali”.

Le coppie inoltre si percepiscono come tali durante queste relazioni extraconiugali, sentono di vivere un’esperienza reciprocamente condivisa, svolgendo l’attività nello stesso luogo e nello stesso momento.

VIVETE COME TRASGRESSIVO ATTUARE QUESTE PRATICHE?

Più che trasgressivo personalmente penso che il primo motore sia il desiderio di ampliare le proprie emozioni, di condividere sensazioni uniche con il proprio partner, con il quale è necessario avere una perfetta sintonia e complicità.

Solitamente non si vivono queste situazioni per fare sesso con altri: in un incontro “libertino” con altre coppie, gli altri, anche se può sembrare brutto dirlo, sono solo uno “strumento” del piacere della coppia, che è comunque centrale rispetto a tutto il resto.

E’ qualcosa di più profondo ed intimo, è un modo diverso di vivere la propria sessualità di coppia.

COM’È NATA L’IDEA DI UN LOCALE PER SCAMBI DI COPPIA?

In oltre vent’anni di frequentazione di questo mondo e dopo aver visto centinaia di club privè, mi sono accorto di non trovare più alcun club che mi piacesse frequentare, e soprattutto sentivo la mancanza di un club che mettesse a proprio agio le mie compagne, infatti “Sono sempre stato convinto che se la donna si rilassa, anche l’uomo si diverte”.

Avrei voluto un club che offrisse un ambiente elegante, raffinato, frequentato da persone piacevoli e selezionate, con cui interagire (anche se non necessariamente “modelli”)

Pertanto 4 anni fa, appena è capitata l’occasione della location giusta, avendo il supporto di tante coppie di amici, ho pensato che fosse giunto il momento di creare un club diverso da quelli esistenti, dedicato principalmente alle donne. Nasce così il progetto del Flirt club, il club privè di lusso e l’unico club in Italia solo per coppie.
Ad oggi la soddisfazione è molto grande e siamo piacevolmente colpiti da feedback positivi ricevuti: in solo 4 anni, e ormai già da 3, siamo il club con il più alto numero di recensioni positive al mondo su www.swingersclublist.com, il sito internazionale di settore, più importante in assoluto.

La seconda parte dell’intervista sarà disponibile on line nei prossimi giorni!